Padova e Or-Dite. Le poesie contro la violenza sulle donne

Il Golem Femmina

ordite, violenza sulle donne, golemfemmina

OR-DITE!
Trame d’arte contro la violenza sulle donne
Libro e spettacolo ideato e curato da Serena Piccoli

di Serena Piccoli

La violenza sulle donne è un mostro dalle tante facce minacce: psicologica, economica, fisica, sessuale, che si nutre beato all’interno della cultura patriarcale dominante. E più si fa grasso più sento il bisogno di togliergli i viveri.
L’indifferenza è connivenza.
Se ne parla molto da una decina d’anni, e meno male, purtroppo a volte solo per interesse (alcuni pubblicitari la usano per vendere di più, come fosse una moda e non violenza  http://bit.ly/1O349NT).
Bisogna parlarne, parlarne, parlarne, così facendo si fa prevenzione e si aiutano le vittime ad uscire dalla vergogna in cui (loro malgrado) cadono a causa della mentalità ancora vigente, per cui sono le vittime a vergognarsi, non il violento. Vi sono sempre più donne che denunciano, fattore dovuto alla maggiore sensibilizzazione attuata nel nostro paese…

View original post 839 altre parole

INCROCIANDO LO SGUARDO DI ADELE CAMBRIA

INCROCIANDO LO SGUARDO DI ADELE CAMBRIA

di Gabriella Gianfelici

adele cambria

Quello che accade nei ricordi è importante. Ricordo di te Adele, la tua conoscenza in un teatro di Mestre, negli anni ’70, dove si rappresentava: “In principio era Marx“, un tuo testo teatrale così graffiante, ironico e colto che allora non seppi comprendere bene.
Intesi, però, la tua lucidità intellettuale e la tua forza d’animo. E soprattutto la tua determinazione.
Ora  la tua biografia verrà ricordata da molti: laureata giovanissima  partisti da Reggio Calabria per Roma per fare l’impiegata,  ma in realtà volevi diventare giornalista e così accadde. E anche scrittrice, donna impegnata politicamente. E femminista.
(Adele Cambria, insieme a Camilla Cederna e a Oriana Fallaci furono le nostre giornaliste, dagli anni ’50 in poi).
Ma quello che mi piace ricordare di te, sono quei tuoi occhi verdi arguti, guizzi di ironia e di curiosità. La tua cultura immensa mi affascinava e di quando nel tuo studio, sistemato il tuo archivio mi “giravi” sempre intorno e poi ti sedevi accanto per dirmi:‘”Vedi ?questa lettera è del pittore lucano…“e ancora :”Vedi? questa foto è della manifestazione…”
Per archiviare pochi fogli, a volte, occorrevano molte ore!!!
Parlavamo molto: letteratura e poesia, libri, i tuoi lavori e il nostro femminismo passato e futuro.
Non hai mai risparmiato la tua presenza e le tue parole per proteggere la natura devastata, le persone indifese e le donne ancora vittime di tanta violenza.
I tuoi scritti, il tuo immenso archivio e la tua vita saranno sicuramente importanti per chi volesse trarne spunti di ricerca e di riflessione.
Ci siamo incrociate centinaia di volte, e parlate altrettanto.
Ed è stato il tuo sguardo sincero e penetrante il regalo più grande.

La tua amica bibliotecaria Gabriella

IL SECONDO VOLO – Donne in Arte e Poesia Reggio Emilia 25 ottobre 2015

IL SECONDO VOLO – Donne in Arte e Poesia Reggio Emilia 25 ottobre 2015

Ecco Exosphere e gli amici dell’Associazione in un incontro che ha reso questa giornata una vera gioia nello scambio reciproco e nella condivisione. Grazie a tutti i partecipanti, agli ospiti Fernanda Ferraresso, Marisa Iotti, Silvana Baroni e Costantino Piazza per i loro preziosi interventi, la loro arte e poesia, la loro disponibilità nel parlare di sè con grazia e spassionata autenticità farcendo di aneddoti e memorie personali il loro dialogo con i presenti. Un incontro riuscito e felice per tutti. Grazie.
Simonetta Sambiase, Gabriella Gianfelici, Federica Galetto

Costantino Piazza, Federica Galetto, Marisa Iotti, Simonetta Sambiase, Silvana Baroni, Fernanda Ferraresso, Gabriella Gianfelici

Costantino Piazza, Federica Galetto, Marisa Iotti, Simonetta Sambiase, Silvana Baroni, Fernanda Ferraresso, Gabriella Gianfelici

 

Opere su tela di Silvana Baroni

Opere su tela di Silvana Baroni

 

Fernanda Ferraresso e Silvana Baroni

Fernanda Ferraresso e Silvana Baroni

 

 

Il pubblico

Il pubblico

 

Simonetta Sambiase, Claudio Bedocchi, Roberta Pavarini

Simonetta Sambiase, Claudio Bedocchi, Roberta Pavarini

 

Una creazione di Marisa Iotti

Una creazione di Marisa Iotti

 

Fernanda Ferraresso

Fernanda Ferraresso

 

Marisa Iotti

Marisa Iotti

 

Gabriella Gianfelici e Simonetta Sambiase

Gabriella Gianfelici e Simonetta Sambiase

 

Simonetta Sambiase e Pina Piccolo

Simonetta Sambiase e Pina Piccolo

 

Costantino Piazza

Costantino Piazza

 

Parte del Fondo librario

Parte del Fondo librario

 

IMG_8780

 

Costantino Piazza e Federica Galetto

Costantino Piazza e Federica Galetto

 

 

photo@ Claudio Neri e Marco Meda

BANDO 2015 del XVI° PREMIO DI SCRITTURA FEMMINILE “IL PAESE DELLE DONNE”

 

BANDO 2015

XVI°  PREMIO DI SCRITTURA FEMMINILE “IL PAESE DELLE DONNE”

 dedicato  all’artista cilena  Maria Teresa  Guerrero (Maitè)  e congiunto al

XXIII°  PREMIO “DONNA E POESIA”

 con il Patrocinio di:

 Associazione Nazionale Comitati Parità e Garanzia Universitari.

 Consigliera Parità provinciale di Frosinone.

                                                   Associazione culturale “Il Tempo e lo Sguardo”.

Associazione culturale “Le Tre Ghinee/Nemesiache”.

 Le associazioni culturali “Il Paese delle donne” e “Donna e Poesia”, attive dagli anni Ottanta, partecipi dell’iter costitutivo della Casa internazionale delle donne, dell’Affi e di Archivia, promuovono un Premio in 6 (sei) sezioni, per Autrici, senza limiti di età, cittadinanza, residenza e titolo di studio. Concorre materiale in italiano o plurilingue con traduzione italiana.

 

1) Saggistica (sezione A): opere edite.

2) Narrativa (sezione B): opere edite.

3) Tesi di Laurea (sezione C) conseguite in Università italiane, pubbliche e private, discusse negli ultimi tre anni: a. Tesi di dottorato, Tesi di Master e Tesi di Scuole di Specializzazione; b. Tesi di Laurea Magistrali; c. Tesi di laurea triennali.   

4) Poesia (sezione D) coincidente con il XXIII° Premio “Donna e Poesia”:

  1. edite (escluse antologie a più firme, quotidiani e riviste); b. inedite (max tre poesie); c. silloge (max 12 componimenti non superiori ai 400 versi complessivi).

5) Arti visive (sezione E): opere edite e nuovi media.

6) Teatro (sezione F).

Le sezioni A, B, C, E, F esprimono 1° e 2° premio; la D solo uno per l’edito e uno per l’inedito.

Si prevedono Segnalazioni e un “Premio Redazione”.

 

Inviare entro le h. 24,00 dell’11 luglio 2015, in pacco chiuso contenente:  

1) Una copia (cartacea) del materiale in concorso.

2) Foglio con titolo dell’opera per esteso, generalità, indirizzo, recapito telefonico ed e-mail.

3) Fotocopia del versamento di € 25,00 (venticinque euro) su c/c postale n. 69515005, intestato: Associazione il Paese delle donne; causale: “Premio 2015”.

          Indirizzo: Fiorenza Taricone, Via Rifredi 48, 00148 Roma.

 

Attenzione: non si ritirano raccomandate; pacchi mancanti di uno solo dei requisiti non saranno inoltrati alla Giuria che deciderà con criteri insindacabili, non impugnabili in alcuna sede.

Le vincitrici saranno avvisate per e-mail entro le h. 24.00 del 31 Ottobre 2015.

Premiazione: 28.11.2015 – Casa Internazionale delle donne, Via della Lungara 19 Roma. 

I premi consistono in opere d’arte e/o d’artigianato artistico.

Recensioni delle opere premiate su: “Il Foglio de Il Paese delle donne” (cartaceo) inviato a concorrenti e abbonate; cerimonia di premiazione su youtube; archivio: www.womenews.net.

 

Giuria: Maria Paola Fiorensoli e Fiorenza Taricone (co-presidenti), Donatella Artese, Edda Billi, Gabriella Gianfelici, Monica Grasso, Teresa Mangiacapra, Beatrice Pisa, Marina Pivetta, Lucilla Ricasoli, Anna Maria Robustelli, Maria Teresa Santilli, Alba Ungaro, Consuelo Valenzuela.

 

Associazione Il Paese delle donne: s. l.  Via della Lungara 19, 00165 Roma.

Info: associazionepdd@gmail.com; cell. 3470336462 (feriali, h. 10.00–17.00).

Associazione Donna e Poesia: 3498757498 – 3485605528 (feriali, h. 10.00–17.00).