“Per diritto di voto”annullata

La manifestazione “Per diritto di voto” programmata per il giorno 4 giugno a Villa Cougnet – Parco del Tasso – Reggio Emilia  è stata annullata causa maltempo. Vi informeremo non appena sarà disponibile una nuova data.

preview

Primavera Donna 2016:Letture tratte dall’antologia Voci dell’Aria – antologia di poesia femminile

antologiaexosphere

 

Sabato 23 aprile 2016, ore 17

Ghirba – Biosteria della Gabella (via Roma 76)- Reggio Emilia

Letture tratte dall’antologia Voci dell’Aria – antologia di poesia femminile a cura di Simonetta Sambiase, Gabriella Gianfelici e Federica Galetto.

Lettura corale di poesie dall’antologia Voci dell’aria, che contiene poesie dedicate al patrimonio poetico femminile. L’antologia è stata edita nel 2014 dall’ Associazione Exosphere, costola di Eutopia\Rigenerazione territoriale, in occasione dell’apertura del fondo poetico gratuito di via Selo ed è nata all’interno del progetto di diffondere la poesia di genere, ancora trascurata nell’antologizzazione contemporanea italiana.

Ingresso gratuito

Organizzazione: ass. Exosphere PoesiArtEventi di Reggio Emilia

Info: Exosphere, Simonetta Sambiase tel 329\4191823 mail exosphere@virgilio.it – Ghirba Osteria della Gabella, Marta Mangiarotti 320 288 3618.

Primavera Donna 2016 – Programma completo

(Cercasi Filastrocche) Ma la Befana questa notte avrà le rime tutte rotte?

Da bambine le abbiamo recitate quasi cantandole perché le filastrocche hanno la spensieratezza della musica dentro le loro rime. Doni o carbone, notti stellate e falò nelle piazze, favole e leggende, e soprattutto racconti per bambini da cantilenare: si sta tutti insieme per giocare nell’ultimo giorno delle feste prima di tornare a scuola (e al lavoro). Riprendiamoci insomma un po’ di tempo bambino. E l’usodelle rime! L’uso di scriverle e di leggerle per la vecchia fata\strega con la scopa di saggina volante che il folclore laico affianca alla liturgia dei Magi nel giorno dell’Epifania del Signore. E qui è nata l’idea delle associazioni Exosphere e Eutopia-rigenerazione territoriale, in partnership con il magazine Cinquecolonne.it, di raccogliere delle filastrocche per la Befana, da raccogliere in questi giorni, e tutti sono invitati a proporre dei testi in rima.
befana, filastrocche della befana, exosphere,

La raccolta dei testi sarà pubblicata il 6 gennaio nelle pagine culturali del magazine on line, e sarà letta il pomeriggio del 6 gennaio presso l’associazione Eutopia- rigenerazione culturale di via Selo a Reggio Emilia da una Befana tricolore.

Vi invitiamo a divertirvi con i versi e soprattutto a spedirci le rime belle (o brutte) divertenti (o irriverenti) fantasiose( od ingegnose) e via dicendo (o strada facendo) a

exosphere@virgilio.it
oppure
redazione@cinquecolonne.it

vi aspettiamo (con la scopa di saggina in mano. NO, scherzo )

altre info

http://www.cinquecolonne.it/la-befana-questa-notte-con-le-scarpe-tutte-rotte.html

http://villacougnet.it/category/eutopia

INCROCIANDO LO SGUARDO DI ADELE CAMBRIA

INCROCIANDO LO SGUARDO DI ADELE CAMBRIA

di Gabriella Gianfelici

adele cambria

Quello che accade nei ricordi è importante. Ricordo di te Adele, la tua conoscenza in un teatro di Mestre, negli anni ’70, dove si rappresentava: “In principio era Marx“, un tuo testo teatrale così graffiante, ironico e colto che allora non seppi comprendere bene.
Intesi, però, la tua lucidità intellettuale e la tua forza d’animo. E soprattutto la tua determinazione.
Ora  la tua biografia verrà ricordata da molti: laureata giovanissima  partisti da Reggio Calabria per Roma per fare l’impiegata,  ma in realtà volevi diventare giornalista e così accadde. E anche scrittrice, donna impegnata politicamente. E femminista.
(Adele Cambria, insieme a Camilla Cederna e a Oriana Fallaci furono le nostre giornaliste, dagli anni ’50 in poi).
Ma quello che mi piace ricordare di te, sono quei tuoi occhi verdi arguti, guizzi di ironia e di curiosità. La tua cultura immensa mi affascinava e di quando nel tuo studio, sistemato il tuo archivio mi “giravi” sempre intorno e poi ti sedevi accanto per dirmi:‘”Vedi ?questa lettera è del pittore lucano…“e ancora :”Vedi? questa foto è della manifestazione…”
Per archiviare pochi fogli, a volte, occorrevano molte ore!!!
Parlavamo molto: letteratura e poesia, libri, i tuoi lavori e il nostro femminismo passato e futuro.
Non hai mai risparmiato la tua presenza e le tue parole per proteggere la natura devastata, le persone indifese e le donne ancora vittime di tanta violenza.
I tuoi scritti, il tuo immenso archivio e la tua vita saranno sicuramente importanti per chi volesse trarne spunti di ricerca e di riflessione.
Ci siamo incrociate centinaia di volte, e parlate altrettanto.
Ed è stato il tuo sguardo sincero e penetrante il regalo più grande.

La tua amica bibliotecaria Gabriella