#7n – Primo movimento: Or-Dite (a Forlì)

Apre Forlì, domenica 29 novembre, con OR-DITE Trame d’arte contro la violenza sulle donne, poesia, danza, teatro, narrativa, foto, video, pittura: Artiste contro la violenza sulle donne. Ideato e organizzato da Serena Piccoli che porterà in scena Giorgia Monti, Serena Piccoli, e Sabina Spazzoli nello spazio dell’ Associazione La Materia dei Sogni, via Panieri 12, alle ore 18, Ingresso libero

Il Golem Femmina

A crederci, ci crediamo. Che si possa cambiare sempre in meglio. C’è da scegliere quanto e quale fatica sopportare e quali disillusioni mettere a tacere continuando ad aver fiducia nel muovere il mondo verso strade migliori, ce lo concediamo tutti insieme. Così anche quest’anno il GolemFemmina apre i suoi piccoli link alle iniziative del 25 novembre. Sempre al di là del giorno ma dentro al suo spirito.

Si comincia con diffondere ed aderire a #7n

http://marcha7nmadrid.org/

poi si ritorna nei nostri luoghi.

Apre Forlì, domenica 29 novembre, con OR-DITE Trame d’arte contro la violenza sulle donne, poesia, danza, teatro, narrativa, foto, video, pittura: Artiste contro la violenza sulle donne.  Ideato e organizzato da Serena Piccoli che porterà in scena Giorgia Monti, Serena Piccoli, e Sabina Spazzoli nello spazio dell’ Associazione La Materia dei Sogni, via Panieri 12, alle ore 18.

Opere e interventi di: Giorgia Monti, scrittrice, Sabina Spazzoli

View original post 142 altre parole

Or-Dite. Suggestioni di Cristina Bove sull’antologia contro la violenza sulle donne

L’antologia OR-DITE – Trame d’arte contro la violenza sulle donne, curata da Serena Piccoli e stampata dall’associazione Exosphere sarà presentata in anteprima domenica 29 Novembre 2015 a Forlì nello spettacolo omonimo creato da Serena Piccoli , presso l’associazione La Materia dei sogni.

Il Golem Femmina

Ci vuole coraggio a essere donne, ci vuole coraggio a scrivere di sé.
Questo coraggio è quanto ispira i testi di questa antologia, accomunati in una sorta di denuncia corale, nel riconoscimento del dolore di un’infanzia sottratta brutalmente o del tormento di un agguato che ha lacerato loro corpo e anima.


il golem femmina

Le donne subiscono discriminazioni, sopraffazioni, umiliazioni e violenze, fino all’annichilimento, ad ogni latitudine. Tuttavia sono un mistero di sopravvivenza: quando non restano uccise, mettono ancora fiori nei capelli, ancora cantano.
E scrivono per riappropriarsi della propria vita, per potersi amare e continuare ad amare, per abbracciare i propri figli e il mondo.

Ho ritenuto significativo, più di ogni mio pensiero, riassumere le loro voci in una sola voce, che è quella della loro Poesia.

Cristina Bove 

e tutte noi donne siamo in lutto

chiuse nelle bare, in silenzio

semplicemente stiamo

porte chiuse e finestre spalancate

Eri un piccolo uomo…

View original post 206 altre parole